Monte Prealba, 24 ore di up and down

Monte_Prealba_zanchi in salita

Ventiquattro ore, 8,70 chilometri, 687 metri di dislivello positivo. Sono questi i numeri della seconda edizione della Monte Prealba up and down, che il 20 e 21 febbraio vedrà gli iscritti impegnati in un circuito da ripetere – completando il giro – il maggior numero di volte possibile nel tempo limite (a seconda della versione scelta) di 6, 12 o 24 ore.

La gara di Bione Pieve, nel Bresciano, condurrà gli atleti nella risalita e discesa del monte Prealba, che si presenterà ai concorrenti con i circa 500 metri di dislivello che caratterizzano i primi 3 chilometri e mezzo del circuito, che, dopo aver portato gli atleti in vetta, presenta una seconda parte caratterizzata da una lunga discesa interrotta da qualche breve tratto di salita. Vince chi compie più giri entro il tempo limite, o chi, a parità di giri, raggiunge per primo il campo base.

A imporsi nella prima edizione della 24 ore dello scorso anno furono Luca Guerini e Nicola Bassi, con 20 giri, 132 chilometri e 11mila metri di dislivello, mentre in ambito femminile a trionfare fu Federica Boifava, con 18 giri 118,8 chilometri e 9900metri di dislivello. Nella gara intermedia – la 12 ore – tra gli uomini la vittoria andò ad Alberto Bolcato (12 giri, 79,2 chilometri e 6600 metri di dislivello), che nonostante lo stesso numero di giri, gli stessi chilometri e lo stesso dislivello riconosciuto nel tempo limite a David Giannelli e Flavio Pezzottini, vinse tagliando il traguardo dell’ultimo giro valido con circa quaranta minuti di vantaggio sul secondo. Tra le donne fu invece Lisa Borzani, con 11 giri, 72,6 chilometri e 6050 metri di dislivello a portarsi a casa la gara. A Stefano Ruzza (7 giri, 46,2 chilometri e 3850 metri di dislivello) e Francesca Braidi (5 giri, 33 chilometrie 2750 metri di dislivello) andò invece la versione più breve della competizione, valida per il Gran prix Iuta e per il campionato italiano.

In attesa di vedere chi sarà a trionfare quest’anno sul traguardo di Bione Pieve, è possibile consultare la lista degli iscritti (http://www.bionetrailersteam.it/index.php?option=com_content&view=article&id=144&Itemid=245&lang=it) e studiare l’altimetria (http://www.bionetrailersteam.it/index.php?option=com_content&view=article&id=90&Itemid=244&lang=it) prima dell’estenuante prova che richiederà agli atleti gambe e testa allenate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...